VI Edizione 2015 – Il lavoro nel cuore

Occidente_NYC_Abitare_HD_039Venerdì 18 settembre, alle ore 18.30 presso la Biblioteca Provinciale Emilio Lussu, in via Cadello 9, Gianluca Vassallo con gli amici Mario Congiu e Marco Peroni della compagnia Le Voci del Tempo presentano il libro “Occidente: Diario Pubblico”, fra parole e musica.

Il progetto dell’artista di San Teodoro è maturato nel corso di una residenza artistica a New York, realizzata attraverso la generosità della “I Cotroneo Collection”, la più importante collezione privata d’arte fotografica presente in Italia, con prestiti attivi in decine di musei in tutto il mondo, i cui fondatori, Annarosa e Giovanni Cotroneo, sono membri permanenti del Board del Guggenheim Venezia.

Il libro è composto da 56 fotografie e 56 micro-racconti, il testo curatoriale che accompagna il volume è di Roberto Cremascoli già curatore di Àlvaro Siza, il progetto grafico, invece, è diretto dal “Compasso d’Oro” Artemio Croatto.

L’incontro sarà l’occasione per parlare dei suoi progetti presenti e futuri fra video, fotografia, suono.

Roberto Cremascoli scrive: “Gianluca Vassallo pratica e raccoglie la bellezza del quotidiano, attraverso le persone, anima degli spazi che lui ritrae. Collezionista di anime e di sguardi, paure e gioie, che colmano gli istanti. Quasi a dire che la bellezza è l’unico cammino per salvare l’umanità.”

Il suo lavoro è stato presentato da istituzioni e gallerie in Italia e all’estero, tra cui Palazzo della Penna di Perugia, Schauwerk Museum di Sindelfingen, Museo MAN di Nuoro, Stadtgalerie di Kiel, Tempio di Adriano a Roma, Museo MART di Rovereto. Tra i vincitori del Premio Terna 2013, Menzione Speciale Premio VAF 2014. Collaboratore della rivista Abitare, i suoi lavori sono presenti decine di pubblicazioni, la più recente, Faces, libro di Peter Weiermair.

www.gianlucavassallo.it/wordpress/

www.facebook.com/thewhiteboxgallery

Ingresso pedonale da Via Cadello 9, Parco di Monte Claro, ingresso in auto da ASL n 8 Via Romagna

De Andrè R CecchettiNell’idea che la cultura debba essere prima di tutto uno strumento di crescita personale e collettiva, di consapevolezza, di libertà e di emancipazione, I libri aiutano a leggere il mondo, che dedica la sua sesta edizione al Lavoro, promuove da sempre la lettura proprio a partire dalle realtà in cui essa può rivestire un’importanza maggiore: quella dei giovani, quella delle periferie urbane, dei piccoli centri, dei luoghi di lavoro, persino di aree destinate alla detenzione e alla reclusione.

Si spiega così, martedì, 15 settembre, la presenza di un reading musicale nella Casa di Reclusione di Isili. Con un doppio obbiettivo; in un’edizione dedicata interamente al Lavoro il primo è quello di includere la Casa e la sua Biblioteca nel programma, proprio in quanto luogo che ha saputo restituire al lavoro il suo significato più ampio: non mera occupazione, ma strumento di evoluzione della persona nella sua interezza. I secondo è promuovere la lettura con “armi” insolite: il reading della compagnia Le Voci del Tempo è dedicata alla figura di Fabrizio De Andrè e alle sue meravigliose composizioni.

Martedì 15 settembre, le Associazioni Malik e Pubblico-08 presentano alle ore 15:30, nel giardino della Casa di Reclusione

Attenti al gorilla! Viaggio nell’Italia di Fabrizio De Andrè

di e con Marco Peroni, Mario Congiu, Mao (Le Voci del Tempo).

Una rappresentazione lontana dall’idea di “tributo” e di celebrazione, per approfondire il rapporto fra quelle canzoni e la società di cui esse ci parlano. Un De Andrè diverso che, come una sorta di Virgilio, accompagna il pubblico in un lungo viaggio nel tempo attraverso quarant’anni di storia italiana.

Alla fine dello spettacolo, sarà donato alla Biblioteca il libro “Fabrizio De Andrè, una musica per i dannati” di Giorgio Olmoti, che durante lo spettacolo è citato più volte e in cui sono riportati tutti i testi delle canzoni proposte.

La speranza è che il reading dal vivo possa stimolare la lettura sia durante lo spettacolo medesimo (le canzoni di Fabrizio De Andrè sono “canzoni da leggere”, e il cantautore genovese è stato il più vicino di tutti alla dimensione letteraria) che alla fine di esso, lasciando a tutti i presenti, nel libro cartaceo, una possibilità di ulteriore approfondimento.

Trame5volantino_Pagina_1Sabato, 20 giugno, a Lamezia Terme, I libri aiutano a leggere il mondo, sarà ospite a Trame Festival, il primo evento culturale dedicato ai libri sulle mafie, importante appuntamento di discussione, analisi e confronto sui temi della legalità e del diritto, in una terra complessa come la Calabria.

Trame, nato nel 2011, non è solo un festival ma una testimonianza etica di impegno, dove le storie dei protagonisti, gli approcci storici e scientifici al fenomeno, le contaminazione di generi e linguaggi danno vita ad un evento dal forte valore culturale per la lotta in favore della legalità.
L’edizione 2015, sarà dedicata ai giovani, al loro impegno e alla voglia di riscatto sociale, motore di azioni e coinvolgimento sociale propositivo nella lotta alle mafie, per cinque giorni, dal 17 al 21 giugno, prevede un programma di circa sessanta appuntamenti, tutti i giorni dalle 18:00 alle 24:00, nelle piazze e nei palazzi storici della città. Scrittori, giornalisti, magistrati e studiosi, rappresentanti dello Stato, esponenti del mondo della cultura e della società civile, con la cittadinanza, discutono di temi importanti. Gli incontri, si svolgono a più voci o sotto forma di intervista dialogata e diventano occasione per approfondire tematiche e raccontare significative testimonianze. Importanti sono i contributi di molti artisti, grazie ai quali Trame si arricchisce di spettacoli teatrali, concerti, proiezioni cinematografiche e mostre fotografiche. 
Sabato notte, le Associazioni Malik e Pubblico-08 presentano alle

ore 23:00, Chiostro San Domenico

Attenti al gorilla! Viaggio nell’Italia di Fabrizio De Andrè

di e con Marco Peroni, Mario Congiu, Mao (Le Voci del Tempo)

Una rappresentazione lontana dall’idea di “tributo” e di celebrazione, per approfondire il rapporto fra quelle canzoni e la società di cui esse ci parlano. Un De Andrè diverso che, come una sorta di Virgilio, accompagna il pubblico in un lungo viaggio nel tempo attraverso quarant’anni di storia italiana.

In occasione della 7° edizione del Festival Leggendo Metropolitano, Il vento che aspettiamo,

nelle giornate dal 5 al 7 giugno, a Cagliari, si terrà la mostra Com-me-dia.

a cura di Angelo Monne, grafico editoriale e illustratore di Dorgali,

la mostra, comprende trecento bozzetti originali, realizzati per la Commedia di Dante nell’edizione cartacea e multimediale Zanichelli 2010.

Com-me-dia.“Dopo circa 700 anni dalla sua composizione, la Divina Commedia continua a mutare ed evolversi nelle forme più disparate, seguendo il ritmo frenetico dello sviluppo culturale italiano. Negli ultimi anni l’abbiamo vista sgorgare dalle labbra di comici come Benigni, da quelle di lettori eruditi come Sermonti, oppure immortalata in svariate trasposizioni a fumetti. E’ un testo che non ha mai cessato di dialogare con la nostra cultura e continua a resistere al definitivo accantonamento nel nostro attico culturale collettivo. Al contrario, la Commedia è tra noi” (*).
(*) Fonte: Massimo Spiga, Sardegna 24 2011.

Angelo Monne, illustratore e grafico editoriale di Dorgali, ha realizzato il progetto iconografico ed oltre 300 illustrazioni per l’edizione Zanichelli della Commedia di Dante Alighieri, per le quali ha usato esclusivamente la tecnica del pennello cinese, ovvero lo strumento che ha conferito la sua particolare forma alla bellissima scrittura di questo popolo.

La mostra sarà allestita nell’Aula della Scherma della Facoltà di Architettura, in via Santa Croce 59, e farà da scenario anche al laboratorio Scrivere un disegno, disegnare una scrittura, tenuto da Angelo Monne

La mostra è organizzata con la collaborazione del progetto – I libri aiutano a leggere il mondo, ed è visitabile dalle 9:30 alle 21:00 durante le giornate del Festival dal 5 al 7 giugno.

Per informazioni sul Festival Leggendo Metropolitano:
www.leggendometropolitano.it

Le associazioni Pubblico-08 e Malik – in collaborazione con la cooperativa Antarias, e l’associazione Repubblica Nomade, vi invitano a partecipare ad un’esperienza magica, a cavallo fra musica e storia, arte e paesaggio:
il giorno 2 giugno, un’escursione guidata al Castello di Acquafredda a Siliqua, raggiungibile a piedi salendo la collina fino alle antiche mura. Storie e leggende accompagneranno il cammino: la fortezza appartenuta al Conte Ugolino della Gherardesca le sussurra e le custodisce, nascondendo invece chissà quanti segreti.
Dalla fortezza il paesaggio è mozzafiato e i partecipanti lo godranno al tramonto.
Non è tutto. Proprio qui, nel castello del Conte, si terrà infatti uno spettacolo musicale suggestivamente dedicato ai “dannati” della terra, a quell’umanità dolente che per decenni è stata protagonista indiscussa delle canzoni di FABRIZIO DE ANDRE’. Lo spettacolo Attenti al gorilla! Viaggio nell’Italia di Fabrizio De Andrè è a cura della compagnia Le Voci del Tempo, impegnata da anni a raccontare le sue storie in luoghi anomali, per un pubblico eterogeneo, coniugando tensione narrativa e bellezza storico paesaggistica. “Perchè per cambiare l’orizzonte – come amano ripetere i tre artisti – occorre cominciare a cambiare lo sguardo”.

Siliqua castelloMARTEDI 2 GIUGNO 2015
Ritrovo alle ore 18:00 presso la zona chiosco ai piedi del castello
Ingresso €12:00 ridotto € 6.00 (ragazzi dai 6 ai 13 anni) comprensivo di visita guidata+aperitivo+spettacolo
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA!
Info e prenotazioni: 3491564023 – 3497428014
antarias@tiscali.it
www.castellodiacquafredda.it

L’Associazione Pubblico-08 e Malik, in collaborazione con le Associazioni Ecomuseo Miniere di Rosas, Repubblica Nomade e il patrocinio del Comune di Narcao, propongono una serata speciale, in cui il lavoro sarà ponte ideale fra tradizione e futuro:

Appuntamento alle ore 19.30, presso la reception del Museo di Rosas, si potrà scoprire la storia del complesso minerario e degustare le bontà a filiera corta del Sulcis.

Alle 21.00 Le Voci del Tempo in “Direction Home. Viaggio nell’Italia di Adriano Olivetti, uno spettacolo che racconta con parole accessibili a tutti il tentativo dell’industriale di Ivrea di costruire – in anni di guerra fredda – una società alternativa al capitalismo e al socialismo.

Qui puoi trovare un assaggio dello spettacolo

Rosas

L’Associazione Repubblica Nomade e il suo “Cammino a Cuncordu passerà per il meraviglioso sito di archeologia mineraria, di valore storico e ambientale unico al mondo, e per questo tutelato dall’Unesco.

I camminatori potranno vivere un’escursione indimenticabile nella natura, con la sua ricchissima vegetazione mediterranea, e nella storia: visiteranno i luoghi in cui si è svolta la vita lavorativa dei minatori sardi, attraverseranno i giacimenti metalliferi, si immergeranno nel racconto che il villaggio lascia ancora affiorare, in un misteroso equilibrio di gioia e dolore, orgoglio e fatica. (La quota di partecipazione è di 15 euro).

Qui trovi le indicazioni per scoprire come raggiungerci 

LUNEDI 1 GIUGNO 2015
Ritrovo alle ore 19:30 presso la reception del Museo di Rosas
Ingresso €15,00, ridotto € 6.00 (ragazzi dai 10 ai 13 anni), gratis per i più piccoli, comprensivo di visita+aperitivo+spettacolo
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA!
Miniera di Rosas, info e prenotazioni +39.0781.185.51.39 minieradirosas@libero.it

Si ringraziano le aziende che per la serata di lunedì 01 Giugno, al Villaggio Minerario di Rosas, hanno accolto con entusiasmo la proposta, contribuendo con i loro prodotti a far conoscere e apprezzare le eccellenze del territorio:
Cadoni Formaggi località Barega, Iglesias (CI)
Il caseificio a conduzione famigliare accoglie con gentilezza e professionalità offrendo i prodotti trasformati dai propri ovini di razza sarda in formaggi tipici e di qualità.
www.facebook.com/pages/Cadoni-Formaggi/791724904223365?sk=info&tab=overview
Andrea Murgia, casaro di Seulo (CA)
Pastore della Barbagia nelle incantevoli valli segnate dal fiume Flumendosa alle pendici del monte Perdedu, scenario per la manifestazione di Andalas e della Peonia (S’Orrosa de Padenti).
Cantina Mesa località Su Baroni, Sant’Anna Arresi (CI) 
Dal sogno del pubblicitario Gavino Sanna nasce la cantina dal nome sardo che significa “tavola”, quindi convivio, nutrimento, semplicità e profumi, in una struttura candida e minimalista ai piedi delle colline che si affacciano su Porto Pino, in mezzo al verde della macchia mediterranea e dei vigneti.
www.cantinamesa.it/
Cantina Rubiu località Tallaroga, Villamassargia (CI)
La famiglia Rubiu produce vini fin dai primi del 1800 nella pianura di Tallaroga, trasmettendo di generazione in generazione esperienza, qualità e passione.
www.cantinarubiu.it/
Cantina di Santadi, Santadi (CI)
Nata nel 1960 da un gruppo di produttori d’uva, la cantina ha affinato la produttività grazie ad un valido team di collaboratori ed esperti che, con passione e dedizione, contribuiscono a rendere i vini tra i più pregiati della Sardegna.
www.cantinadisantadi.it/

Leggendo Metropolitano 2014Il Festival Letterario Internazionale Leggendo Metropolitano, vola verso l’edizione numero sette e presenta ufficialmente il programma di eventi che comporrà la rassegna. Dopo “eccezioni e trasformazioni”, “parole leali”, “radici”, “tempo”, “legami”, “i giochi dell’essere”, quest’anno è I- l Vento che aspettiamo – il filo conduttore del Festival Internazionale di letteratura organizzato da Prohairesis, sotto la direzione artistica di Saverio Gaeta, che prenderà il via a Cagliari giovedì 4 giugno, fino a domenica 7. L’Associazione Malik collabora per il secondo anno all’organizzazione di alcune delle attività e invita tutti a seguire il programma, denso di sorprese, novità e grandi temi e ospiti illustri.

Leggi qui il programma o vai al sito www.leggendometropolitano.it

Prosegue e si consolida la collaborazione tra i Libri aiutano a leggere il mondo e il Festival Leggendo Metropolitano e nella trepidante attesa che quest’ultimo apra i battenti al pubblico cagliaritano, per la sua VII edizione dal 4 al 7 giugno, la nostra sezione LABORATORIO EUROPA  con la sezione OLTRE LEGGENDO, attivano le prenotazioni per chi desiderasse partecipare  a nuovi e straordinari eventi formativi.

In tema con la sesta edizione del progetto, ILavoro nel cuore, si propongono due workshop e un seminario, volti all’orientamento verso alcuni ricercati mestieri nel campo della comunicazione per la cultura: percorsi laboratoriali sulla lettura ma anche una finestra privilegiata di avviamento ad alcune professioni legate all’editoria. I tre appuntamenti formativi si svolgeranno nelle giornate di venerdì 5 giugno, dalle h 15.00 alle h 18.00 e sabato 6 giugno, dalle h 10.00 alle h 13.00. Gli interessati potranno scegliere la tematica più congeniale, tra giornalismo culturale, grafica e illustrazione, e traduzione letteraria e seguire i corsi con docenti di assoluta eccellenza.

E’ possibile iscriversi fino al 29 maggio – per procedere entra nell’area – Partecipa ai laboratori – 

MyFace MyBook Malik

Questi i laboratori proposti:

Educare alla lettura, workshop sul giornalismo culturale, si svolgerà con la direzione di Armando Massarenti, responsabile del supplemento culturale «Il Sole 24 Ore Domenica». L’obiettivo degli incontri previsti è imparare a diffondere i temi di un dibattito culturale ed esprimere in modo professionale un’opinione su blog culturali, giornali e riviste. Le esercitazioni pratiche della seconda giornata consentono un coinvolgimento attivo dei presenti. Il laboratorio è rivolto ad un massimo di 12/15 partecipanti, dai 18 anni in su.

Scrivere un disegno, disegnare una scrittura, un altro modo di leggere la Divina Commedia, workshop sulla grafica editoriale e l’illustrazione, a cura di Angelo Monne, grafico e illustratore di Dorgali che ha realizzato il progetto iconografico per l’edizione Zanichelli della Commedia di Dante Alighieri. E’ un laboratorio centrato sulle tematiche della scrittura, del disegno e della lettura dove i partecipanti sperimenteranno direttamente, su carta, le potenzialità espressive dei pennelli cinesi e della china. A supporto delle attività, le 300 illustrazioni di Monne della mostra “Commedia”. Il laboratorio e’ rivolto ad un massimo di 12/15 partecipanti dai 16 anni in su.

Tradurre per mestiere, seminario di traduzione letteraria, a cura del traduttore ed autore Massimo Bocchiola. Il docente, con una serie di esempi pratici ed incursioni in territori quali il cinema, il calcio o la guerra, mostrerà l’officina del traduttore, un mestiere affascinante, difficile e totalizzante. Il seminario si svolgerà nella sola giornata di sabato 6 giugno, dalle h 9.30 alle h 12.30 ed è rivolto ad un massimo di 30 partecipanti, dai 16 anni in su.

In occasione dell’apertura della sesta edizione del progetto itinerante di promozione della lettura – I libri aiutano a leggere il mondo – anche a Cagliari, dopo Milano, Genova, Torino e Bologna, si potrà scrivere un libro con Paolo Nori.

Dalla collaborazione con l’Associazione Asibiri e la casa editrice Marcos y Marcos, parte, tra maggio e giugno, il seminario speciale IL REPERTORIO DEI MATTI DELLA CITTA’ DI CAGLIARI. Un corso di scrittura “senza sentimento”, ideato e curato dallo scrittore Paolo Nori, da un’idea di Roberto Alajmo, che nel 1994 ha pubblicato il saggio antropologico, Repertorio dei pazzi della città di Palermo (Garzanti). Dopo dieci anni ne ha ripubblicato una nuova edizione (Mondadori) e nel 2012 ha ampliato il discorso coinvolgendo dieci scrittori italiani nel Repertorio dei pazzi d’Italia (ilSaggiatore).

Per diventare scrittori ci vogliono doti come passione, talento, fantasia, curiosità, ma anche la padronanza di tecniche di narrazione che passano, spesso, attraverso laboratori e workshop, tenuti da scrittori, dai quali apprendere i segreti della buona scrittura. Quello che si propone qui, è invece qualcosa di diverso e più intrigante: non si tratta di prendere delle semplici lezioni di scrittura ma di scrivere un libro, insieme allo scrittore. Dal confronto tra Paolo Nori e i partecipanti, nasceranno dei racconti, basati su storie e personaggi della città di Cagliari, per creare dei piccoli libri che saranno pubblicati dall’editore Marcos y Marcos.

Il laboratorio si terrà a Cagliari sabato 23 e domenica 24 maggio e sabato 6 e domenica 7 giugno, quattro incontri, per sei ore al giorno, per un totale di 24 ore. La sede del corso è in via Ligas, presso il Liceo Classico-Scientifico Euclide. Il numero di posti è limitato a 15 partecipanti. Gli orari verranno comunicati appena disponibili.

PER LE ISCRIZIONI – Per le iscrizioni visita anche i siti www.letteraturarinnovabile.com, www.asibiri.com, oppure chiama il numero 02/29515688, o manda una mail a corsi@marcosymarcos.com.

Paolo Nori, scrittore e traduttore, autore di numerosi libri, fiabe e discorsi sintetizza così il suo progetto:

Qualche mese fa ero a Genova a fare un seminario di letteratura, a me a Genova, non so perché, la gente, mi sembrano tutti un po’ squinternati, e ai ragazzi che facevano il seminario, quando ho letto dei pezzi dal Repertorio dei pazzi della città di Palermo, di Roberto Alajmo, ho chiesto ai ragazzi che facevano il seminario “Ma perché non fate il Repertorio dei pazzi della città di Genova?”

E dopo, il giorno dopo, son tornato a Bologna, a guardarmi intorno a Bologna ho pensato che anche a Bologna, c’era pieno di squinternati e mi sono chiesto “Ma perché non facciamo il Repertorio dei pazzi della città di Bologna? “

Ho fatto una proposta alla casa editrice Marcos y Marcos, e loro hanno accettato e abbiamo cominciato a lavorare e stiamo facendo i repertori dei matti delle città di Bologna e di Milano e di Torino e faremo quelli di Genova, di Roma e di Napoli e di Cagliari e da ognuno di questi seminari salterà fuori un libretto.

Bisognerebbe, ho pensato, raccogliere una quindicina di persone, per due fine settimana, sei ore al giorno, 24 ore in tutto di un corso dove si ragioni di queste scritture prive di sentimento, se così si può dire. E durante questi due fine settimana, e tra i due fine settimana e subito dopo, i partecipanti si documenterebbero, nei bar, nelle biblioteche, sui posti di lavoro, per reperire il materiale da trasformare poi, sul modello del libro di Alajmo, nel repertorio dei pazzi della città in cui sono.

Le Associazioni Malik e Casa Lussu promuovono
un corso breve di storytelling con lo scrittore e sceneggiatore Francesco Trento

COME SCRIVERE UNA GRANDE STORIA
SABATO 23 e DOMENICA 24 MAGGIO
dalle ore 10.00 alle 19.00 si svolgerà ad Armungia (Ca)

presso Casa Lussu, in Via Marconi 22,
15 corsisti, 2 incontri per 8 ore al giorno, per un totale di 16 ore
Affrettati ad iscriverti, il numero di posti è limitato.

[wm_separator_heading align=”center” tag=”h3″ class=”” id=””]Contenuti e obiettivi[/wm_separator_heading]

Cosa accomuna film apparentemente diversissimi come Il Padrino, The Wrestler, Little Miss Sunshine, Il Gladiatore, La banda degli onesti, L’attimo fuggente, Pretty woman, Matrix, Fight Club, L’era glaciale, Benvenuti al Sud, Her, Argo e mille altri grandi successi internazionali? Le dodici tappe del “viaggio dell’eroe”, ovvero la struttura mitica alla base di quasi ogni grande narrazione. Spaziando dalla letteratura al cinema, dalla fiaba al mito, si potrà imparare come guardare un film scomponendolo nei suoi elementi strutturali, riconducendolo alle “tappe”, individuate da Joseph Cambpell e poi da Chris Vogler, che affondano le loro radici nei più antichi miti, e rimangono ancora oggi alla base di alcuni dei film di maggior successo e impatto.

Francesco Trento svelerà ai partecipanti il perché di tutto questo podismo nei minuti finali delle commedie romantiche: Woody Allen corre da Mariel Hemingway in Manhattan, Billy Crystal corre da Meg Ryan in Harry ti presento Sally, Hugh Grant corre da Julia Roberts in Notting Hill, Richard Gere corre da Julia Roberts in Pretty Woman, Brad Pitt corre per salvare Julia Roberts in The Mexican e insomma, Julia Roberts di base sta lì e tutti corrono! Si potrà scoprire come evitare gli stereotipi e lavorare in maniera creativa con gli archetipi e che i Doni Magici sono a volte classici, come la bacchetta di Harry Potter o la spada Laser di Luke Skywalker, ma possono anche essere assai strani, come la mariujana che Ricky Fitts dà a Kevin Spacey in American Beauty, o le riviste porno comprate da Alan Arkin in Little Miss Sunshine.
Ma soprattutto, in un solo weekend, attraverso l’esempio di grandi film e narrazioni di ogni parte del mondo, si potrà imparare come scrivere storie importanti, come trasformare una buona idea in un film che riesca a toccare corde universali, parlando al cuore del pubblico, senza accontentarsi di intrattenerlo.

[wm_separator_heading align=”center” tag=”h3″ class=”” id=””]I destinatari[/wm_separator_heading]

Il corso si rivolge non solo agli aspiranti sceneggiatori, ma anche agli appassionati di cinema e a chiunque voglia imparare come si costruisce una trama.

[wm_separator_heading align=”center” tag=”h3″ class=”” id=””]Il docente[/wm_separator_heading]

Francesco Trento, oltre a numerosi racconti e reportage, ha pubblicato, con Aureliano Amadei, Venti sigarette a Nassirya (Einaudi 2005), di cui ha scritto anche la sceneggiatura per il cinema (20 sigarette, miglior film al Festival di Venezia 2010, sezione “Controcampo”, vincitore di 3 David di Donatello e 2 nastri d’Argento). È autore di vari documentari, tra cui Matti per il calcio. Ha scritto e diretto con Franco Fracassi Zero, Inchiesta sull’11 settembre. Ha pubblicato racconti in Italia e all’estero, collaborando con riviste come GQ, D di Repubblica, Slowfood. Per quasi dieci anni ha insegnato sceneggiatura cinematografica in varie scuole (allo Ied di Roma, al corso di cinema Officine Mattòli, nelle Marche e all’Università di Roma La Sapienza). Dal 2010, dirige il corso di sceneggiatura di Filmaker’s Magazine.
Assieme a Francesco Teresi ha scritto le otto puntate della serie tv “Brothers in Army” (2015).
Il suo ultimo libro, La guerra non era finita. I partigiani della Volante Rossa è stato pubblicato nel 2014 (Laterza).
Con sommo orgoglio ricopre il ruolo di attaccante nella nazionale italiana di calcio degli scrittori (www.nazionalescrittori.it/trento.html)

[wm_separator_heading align=”center” tag=”h3″ class=”” id=””]Iscrizioni e contatti[/wm_separator_heading]

Il costo di iscrizione è di 110 €, di cui 10 € di tessera associativa a Casa Lussu. Si versa un acconto di 30 €, tramite bonifico. Il saldo, pari a 80,00 euro, andrà versato una settimana prima dell’inizio del corso. Per conoscere dettagli, modalità e per info su pasti e pernottamento, manda una mail a casalussu@gmail.com o chiama i numeri + 39 3398141786, + 39 3495360323. Riceverete risposta immediata.

 

[wm_button url=”http://www.ilibriaiutanoaleggereilmondo.it/file/documenti/2015/Come-scrivere-una-grande-storia-Armungia.pdf” target=”_blank” color=”red” size=”m” icon=”” class=””]Scarica la cartolina web[/wm_button]