I rifiuti parlano di noi, Alessandra Viola il 26 ottobre alla Manifattura Tabacchi di Cagliari

Il 26 ottobre l’Associazione Malik, ospite del progetto Connessioni 2018 organizzato dal C.A.S.M.I., alla Sala Officine della Manifattura Tabacchi – Viale Regina Margherita 33 – a Cagliari, proporrà una serata dedicata a un tema importantissimo e centrale per l’equilibrio del nostro pianeta, un breve viaggio, divertente e scientificamente rigoroso, alla scoperta dei rifiuti fuori e dentro di noi.

La serata si apre alle ore 19.00 con Francesca Pani e Lara Farci del Cada Die Teatro che presenteranno l’anteprima del Festival Transistor (1/4 novembre alla Vetreria di Pirri), con una performance teatrale dal titolo PLASTIC SOUP OPERA, curata da Mauro Mou, che anticipa l’incontro successivo delle 19.15.

L’ospite della serata sarà Alessandra Viola, divulgatrice scientifica, giornalista, scrittrice, produttrice e sceneggiatrice per la tv e docente universitaria. Ha collaborato con illustri studiosi e pubblicato tantissimo e in questa serata cagliaritana parlerà dei temi trattati nel libro “TRASH, TUTTO QUELLO CHE DOVRESTE SAPERE SUI RIFIUTI (Codice Edizioni, 2017), scritto assieme a Piero Martin, professore di fisica sperimentale al Dipartimento di Fisica e Astronomia “G.Galilei” dell’Università di Padova e Fellow dell’American Physical Society.

Il libro tra curiosità e tanti dati, tecnologie di punta e antiche tradizioni, arte e persino ricette gourmet ricostruisce la storia di un’idea – quella del rifiuto – che nei secoli si è trasformata moltissime volte. Dalle nostre case all’intero pianeta, tante storie per scoprire cosa e quanto sprechiamo, quanto vale quello che finisce nel cestino, nelle fogne o in discarica e cosa ci si potrebbe fare (o già ci si fa). Perché dall’arte all’industria, dalla tecnologia all’ambiente i rifiuti sono un problema che può mettere a repentaglio lo sviluppo sostenibile, ma possono essere una soluzione. Re Mida trasformava in oro tutto quello che toccava. Noi, più modestamente, lo trasformiamo in rifiuti. Ma se fossero preziosi anche quelli? Abbiamo lasciato palline da golf sulla Luna e modificato il clima con le emissioni dei nostri motori e delle nostre industrie. Sepolto scorie chimiche vicino alle cascate del Niagara, disperso migliaia di rottami nello spazio intorno alla Terra e trasformato quartieri e intere città in discariche. Persino sull’Everest i rifiuti sono un problema. Due miliardi di persone non hanno ancora accesso a servizi igienici dignitosi e gli oceani sono invasi dalla plastica.

I rifiuti parlano di noi e della civiltà che abbiamo sviluppato, eppure ne sappiamo ancora pochissimo. Li produciamo da duecentomila anni e stiamo appena iniziando a capire che sono un enorme problema, ma anche un’opportunità.

L‘iniziativa è inserita nel programma di Climathon, un hackathon mondiale sul cambiamento climatico della durata di 24 ore che si svolgerà contemporaneamente nelle principali città del mondo, a Cagliari organizzato dal Comune di Cagliari con l’Assessorato regionale della difesa dell’ambiente, il DICAAR dell’Università di Cagliari e la Rete delle Professioni Tecniche.